Tornare

Conosci il grasso viscerale?

Parola all'esperto

Categoria: L'angolo del Prof
Tags: salute, benessere, medicina, grasso viscerale
...

Oggi potrò essere antipatico. All’interno della cavità addominale abbiamo il grasso viscerale a diretto contatto con le anse intestinali. Ciascuno ha la sua personale quantità di grasso viscerale. Più grasso viscerale abbiamo più e’ compromessa la nostra salute, la nostra longevità, le nostre difese immunitarie. Il grasso viscerale genera le condizioni per lo sviluppo del diabete mellito tipo 2, aterosclerosi, ipertensione arteriosa, stato infiammatorio cronico...il grasso viscerale può provocare uno stato di insulino resistenza, la produzione di proteine infiammatorie “citochine” che possono generare stato di infiammazione cronica, di neuro infiammazione cerebrale. Il grasso viscerale ha anche la funzione di organo immunitario non linfoide. Il grasso viscerale svolge la funzione di seconda barriera verso tutto ciò che arriva nell’intestino con l’alimentazione e verso le molecole prodotte dal microbiota intestinale. La prima barriera difensiva e’ la parete dell’intestino, poi interviene il grasso mesenterico ed omentale. Esiste il microbiota del tessuto adiposo viscerale, cioè nel grasso viscerale possono esserci virus e batteri: coronavirus, virus influenzali, virus HIV (AIDS), cytomegalovirus...mycobacterium tubercolosis...altri virus e batteri. Ho descritto solo alcuni effetti fisio-patologici e clinici del grasso viscerale per evidenziare il ruolo centrale del grasso “nascosto” all’interno nella nostra cavità addominale. La conoscenza genera salute, una alimentazione e salute consapevole. Consiglio di ridurre la circonferenza addominale con una sana attività motoria ed una consapevole alimentazione. Buona giornata in salute.

Dieta Social Magazine n. 88 del 14/10/2021 | Editore: Media Share srl - Via Marco Polo 55 - Rende (CS) | Direttore responsabile: Stefania De Napoli | Reg. Stampa Trib. CS n° 1/2020 - Settimanale | ISSN 2724-3044